lemiegite
:
  home   /  data per data   /  i monti   /  gli anni '60  /   le traversate   /   lo sci  

HOME PAGE

www.escursioniliguria.it

Foto Sassongher 31 luglio 2007
Gianni, Franca
 Stiamo arrivando al rifugio Gardenaccia, che quest'anno è chiuso. Gianni ha male alla caviglia dopo la corsa di ieri con gli scarponi stretti.
Stiamo arrivando al rifugio Gardenaccia, che quest'anno è chiuso. Gianni ha male alla caviglia dopo la corsa di ieri con gli scarponi stretti
 Un primo piano del rifugio
Un primo piano del rifugio
 Stiamo salendo ma non sappiamo dove andiamo
Stiamo salendo ma non sappiamo dove andiamo
Panoramica su S. Croce e La Varella
Panoramica su S. Croce e La Varella
Non sapevamo dove stavamo andando ... e infatti ci siamo sbagliati. Seguendo il sentiero saremmo ritornati al Puez. Gianni consulta la carta.
Non sapevamo dove stavamo andando ... e infatti ci siamo sbagliati. Seguendo il sentiero saremmo ritornati al Puez. Gianni consulta la carta.
Dopo una lunga discesa per imboccare il sentiero giusto risaliamo di nuovo
Dopo una lunga discesa per imboccare il sentiero giusto risaliamo di nuovo
Abbiamo appena terminato il ripido zig zag che ci ha portato sull'altro versante
Abbiamo appena terminato il ripido zig zag che ci ha portato sull'altro versante
Un lungo sentiero, tagliato sul fianco del monte e abbastanza esposto, ci porterà alla forcella del Sassongher
Un lungo sentiero, tagliato sul fianco del monte e abbastanza esposto, ci porterà alla forcella del Sassongher
Pareti alte e ripide incombono su di noi
Pareti alte e ripide incombono su di noi
Siamo quasi arrivati alla forcella
Siamo quasi arrivati alla forcella
Ecco il Sassongher, con l'ultimo tratto di ripido sentiero e le rocce verticali che portano verso la vetta
Ecco il Sassongher, con l'ultimo tratto di ripido sentiero e le rocce verticali che portano verso la vetta
I cartelli indicatori alla forcella. Noi siamo arrivati dal Gardenaccia, dobbiamo salire al Sassongher e poi scendere a Colfosco.
I cartelli indicatori alla forcella. Noi siamo arrivati dal Gardenaccia, dobbiamo salire al Sassongher e poi scendere a Colfosco.
Non ho potuto fare foto nel breve tratto di ferrata. Dal numero di persone che troviamo in vetta (qui un gruppo di suore che canta) sembrerebbero non esserci difficoltà. Ma non è vero.
Non ho potuto fare foto nel breve tratto di ferrata. Dal numero di persone che troviamo in vetta (qui un gruppo di suore che canta) sembrerebbero non esserci difficoltà. Ma non è vero.
Una signora con bambini ci fa la foto ricordo.
Una signora con bambini ci fa la foto ricordo.
Un'unica immagine di Gianni mentre inizia a discendere il tratto ferrato. Non è facilissimo, anche perchè il cordino e il moschettone servono a ben poco, dovendo passare più volte in orizzontale tra un canale e quello parallelo.
Un'unica immagine di Gianni mentre inizia a discendere il tratto ferrato. Non è facilissimo, anche perchè il cordino e il moschettone servono a ben poco, dovendo passare più volte in orizzontale tra un canale e quello parallelo.
Gianni ha sempre male al piede e per lui oggi è giorno di sofferenza. Qui scende il ripido sentiero che ci porta nella valle sopra Colfosco. Sullo sfondo la Marmolada.
Gianni ha sempre male al piede e per lui oggi è giorno di sofferenza. Qui scende il ripido sentiero che ci porta nella valle sopra Colfosco. Sullo sfondo la Marmolada.
Ancora in discesa. E se Gianni ha male al piede io oggi ho male ... alla pancia. Decisamente non ci siamo goduti il Sassongher.
Ancora in discesa. E se Gianni ha male al piede io oggi ho male ... alla pancia. Decisamente non ci siamo goduti il Sassongher.
Siamo sulla strada di ieri. Ecco la cappelletta e,sullo sfondo, la valle del Mezdi.
Siamo sulla strada di ieri. Ecco la cappelletta e,sullo sfondo, la valle del Mezdi.
lemiegite :   home   /  data per data   /  i monti   /  gli anni '60  /   le traversate   /   lo sci