lemiegite
:
  home   /  data per data   /  i monti   /  gli anni '60  /   le traversate   /   lo sci  

HOME PAGE

www.escursioniliguria.it

Foto Cima Seirasso 16 maggio 2010
Stefano
Partito dal Ponte Murato sopra Rastello ho percorso la carrareccia sterrata che ricalca il percorso della vecchia mulattiera 
Partito dal Ponte Murato sopra Rastello ho percorso la carrareccia sterrata che ricalca il percorso della vecchia mulattiera
 Dopo un'ora di cammino sono giunto alla Porta di Pian Marchisio. Sopra i 1900 mt. le montagne sono bianche di neve 
Dopo un'ora di cammino sono giunto alla Porta di Pian Marchisio. Sopra i 1900 mt. le montagne sono bianche di neve 
Il rifugio Havis de Giorgio - Mondovì è sovrastato dalla parete "dolomitica" della Cima delle Saline. Il rifugio, da poco rinnovato, è dedicato alla memoria dell'alpinista monregalese Havis de Giorgio, morto nell'Africa Orientale Italiana nel 1939
Il rifugio Havis de Giorgio - Mondovì è sovrastato dalla parete "dolomitica" della Cima delle Saline. Il rifugio, da poco rinnovato, è dedicato alla memoria dell'alpinista monregalese Havis de Giorgio, morto nell'Africa Orientale Italiana nel 1939
Il torrente Ellero scorre placidamente al Piano Marchisio. Davanti svettano la Cima delle Saline e la Punta Havis de Giorgio
Il torrente Ellero scorre placidamente al Piano Marchisio. Davanti svettano la Cima delle Saline e la Punta Havis de Giorgio
Sono al bivio per il rifugio che però non ho raggiunto. Ho infatti proseguito lungo la sterrata per alcune centinaia di metri...
Sono al bivio per il rifugio che però non ho raggiunto. Ho infatti proseguito lungo la sterrata per alcune centinaia di metri...
...ho attraversato l'Ellero su questo ponticello in legno...
...ho attraversato l'Ellero su questo ponticello in legno...
...e ho risalito il versante opposto al rifugio
...e ho risalito il versante opposto al rifugio
A quota 1900 mt. ho trovato la neve. Prima una leggera spolverata...
A quota 1900 mt. ho trovato la neve. Prima una leggera spolverata...
...poi una coltre abbondante e per nulla trasformata. La marcia si è fatta faticosissima e spesso sprofondavo fino alle ginocchia
...poi una coltre abbondante e per nulla trasformata. La marcia si è fatta faticosissima e spesso sprofondavo fino alle ginocchia
Risalgo con grande fatica verso il crinale che collega il Mondolè al Mongioie. Alle mie spalle spicca la sagoma piramidale delle Saline...
Risalgo con grande fatica verso il crinale che collega il Mondolè al Mongioie. Alle mie spalle spicca la sagoma piramidale delle Saline...
...e la severa parete settentrionale del Marguareis
...e la severa parete settentrionale del Marguareis
La Cima delle Saline e la Cima Pian Ballaur cariche di neve. Siamo al 16 di maggio!
La Cima delle Saline e la Cima Pian Ballaur cariche di neve. Siamo al 16 di maggio!
Finalmente sbuco sul crinale e con mia grande sorpresa mi accorgo che il monte davanti a me è la Cima Seirasso e non la Brignola!
Finalmente sbuco sul crinale e con mia grande sorpresa mi accorgo che il monte davanti a me è la Cima Seirasso e non la Brignola!
La Brignola è ancora lontana, in basso a sinistra del Mongioie. Raggiungerla con tutta questa neve mi costerebbe troppo tempo e fatica
La Brignola è ancora lontana, in basso a sinistra del Mongioie. Raggiungerla con tutta questa neve mi costerebbe troppo tempo e fatica
Dalla Cima Seirasso il panorama è eccezionale
Dalla Cima Seirasso il panorama è eccezionale
Il Mongioie domina il panorama verso sud
Il Mongioie domina il panorama verso sud
Uno strano gioco di luci evidenzia le tracce lasciate in salita e ricalcate scrupolosamente in discesa per sprofondare il meno possibile
Uno strano gioco di luci evidenzia le tracce lasciate in salita e ricalcate scrupolosamente in discesa per sprofondare il meno possibile
Dopo una discesa a rotta di collo (750 mt. in 30 minuti!) mi ritrovo nuovamente sui bei prati nei pressi del rifugio Mondovì
Dopo una discesa a rotta di collo (750 mt. in 30 minuti!) mi ritrovo nuovamente sui bei prati nei pressi del rifugio Mondovì
La Punta Havis de Giorgio monta la guardia al rifugio
La Punta Havis de Giorgio monta la guardia al rifugio
Con una marcia sostenuta raggiungo in breve il Piano Marchisio. Il Ponte Murato è ancora lontano
Con una marcia sostenuta raggiungo in breve il Piano Marchisio. Il Ponte Murato è ancora lontano
Il tracciato dell'escursione rilevato con il gps. L'itinerario percorre la lunga valle Ellero fin sotto la Cima delle Saline, poi piega a sinistra e risale i pendii che conducono alla dorsale Mondolè - Mongioie in corrispondenza della Cima Seirasso
Il tracciato dell'escursione rilevato con il gps. L'itinerario percorre la lunga valle Ellero fin sotto la Cima delle Saline, poi piega a sinistra e risale i pendii che conducono alla dorsale Mondolè - Mongioie in corrispondenza della Cima Seirasso
lemiegite :   home   /  data per data   /  i monti   /  gli anni '60  /   le traversate   /   lo sci