lemiegite
:
  home   /  data per data   /  i monti   /  gli anni '60  /   le traversate   /   lo sci  

HOME PAGE

www.escursioniliguria.it

Foto Antoroto 19 settembre 2010
Chiara, Stefano
In quest'ultima domenica d'estate volevo fare la Cima Baussetti da Valcasotto. Le previsioni, dopo la brutta giornata di sabato, assicuravano il ritorno del sereno per venti di Maestrale. A Vara, alle 6 di mattina, c'era però nebbia fitta: segno inequivocabile che a soffiare non era il Maestrale ma il vento da est, che raccoglie l'umidità sull'Adriatico e la condensa nei bassi strati del Cuneese e dell'Alessandrino fin sulla cresta delle Alpi Liguri e dell'Appennino (che risulta così incappucciata dal classico cappello di nubi mentre sulla costa splende il sole). In estate questa copertura nuvolosa si dissolve entro mezzogiorno sotto l'azione essiccatrice dei raggi solari mentre in inverno persiste per tutta la giornata. Ho così optato per l'Antoroto da Valdinferno, in quanto l'itinerario si snoda principalmente in un vallone riparato a nord dalla dorsale dei monti Berlino, Grosso e Mussiglione
In quest'ultima domenica d'estate volevo fare la Cima Baussetti da Valcasotto. Le previsioni, dopo la brutta giornata di sabato, assicuravano il ritorno del sereno per venti di Maestrale. A Vara, alle 6 di mattina, c'era però nebbia fitta: segno inequivocabile che a soffiare non era il Maestrale ma il vento da est, che raccoglie l'umidità sull'Adriatico e la condensa nei bassi strati del Cuneese e dell'Alessandrino fin sulla cresta delle Alpi Liguri e dell'Appennino (che risulta così incappucciata dal classico cappello di nubi mentre sulla costa splende il sole). In estate questa copertura nuvolosa si dissolve entro mezzogiorno sotto l'azione essiccatrice dei raggi solari mentre in inverno persiste per tutta la giornata. Ho così optato per l'Antoroto da Valdinferno, in quanto l'itinerario si snoda principalmente in un vallone riparato a nord dalla dorsale dei monti Berlino, Grosso e Mussiglione
La scelta dell'itinerario, in questa giornata di tempo incerto, è stata azzeccata: partiti alle 8.30 da Valdinferno abbiamo fatto al sole tutta la salita fino alla Colla Bassa passando per il Rifugio Savona 
La scelta dell'itinerario, in questa giornata di tempo incerto, è stata azzeccata: partiti alle 8.30 da Valdinferno abbiamo fatto al sole tutta la salita fino alla Colla Bassa passando per il Rifugio Savona 
Qui siamo alla borgata Mulattieri da dove partono i due itinerari per la Colla Bassa: quello di sinistra sale nel vallone del Rio della Bura mentre quello di destra passa per il Rifugio Savona
Qui siamo alla borgata Mulattieri da dove partono i due itinerari per la Colla Bassa: quello di sinistra sale nel vallone del Rio della Bura mentre quello di destra passa per il Rifugio Savona
L'Antoroto è ancora sgombro da nubi: purtroppo quando giungerò in vetta sarà avvolto dalle nebbie
L'Antoroto è ancora sgombro da nubi: purtroppo quando giungerò in vetta sarà avvolto dalle nebbie
Un buon sentiero ci conduce verso il Rifugio Savona
Un buon sentiero ci conduce verso il Rifugio Savona
Eccoci alla Stalla Pian Bersi
Eccoci alla Stalla Pian Bersi
Il Monte Grosso è una diga che protegge l'Antoroto dalle nuvole risalenti dalla pianura
Il Monte Grosso è una diga che protegge l'Antoroto dalle nuvole risalenti dalla pianura
Stiamo arrivando al Rifugio Savona circondato dai pascoli di Pian Bersi
Stiamo arrivando al Rifugio Savona circondato dai pascoli di Pian Bersi
Le nebbie ci sorprendono alle spalle risalendo inopinatamente dalla conca di Garessio
Le nebbie ci sorprendono alle spalle risalendo inopinatamente dalla conca di Garessio
L'itinerario prosegue sui grandi pascoli sopra il Rifugio Savona. Le mucche hanno tappezzato i prati con i segni tangibili della loro presenza: occorre stare bene attenti a dove si posano i piedi...
L'itinerario prosegue sui grandi pascoli sopra il Rifugio Savona. Le mucche hanno tappezzato i prati con i segni tangibili della loro presenza: occorre stare bene attenti a dove si posano i piedi...
Il Pian Bersi visto dall'alto
Il Pian Bersi visto dall'alto
Il sentiero scende ora ripidissimo nel vallone del Rio della Bura
Il sentiero scende ora ripidissimo nel vallone del Rio della Bura
Uno sguardo verso valle per sincerarsi che le nuvole non salgano
Uno sguardo verso valle per sincerarsi che le nuvole non salgano
Siamo quasi alla Colla Bassa: sotto il passo Chiara si fermerà ad aspettarmi
Siamo quasi alla Colla Bassa: sotto il passo Chiara si fermerà ad aspettarmi
L'ultima immagine dell'Antoroto nel cielo azzurro
L'ultima immagine dell'Antoroto nel cielo azzurro
La conca pascoliva dell'Alpe di Perabruna con il Rifugio Manolino vista dalla Colla Bassa
La conca pascoliva dell'Alpe di Perabruna con il Rifugio Manolino vista dalla Colla Bassa
Mi accingo ora a salire il più velocemente possibile per arrivare sulla vetta prima della nebbia
Mi accingo ora a salire il più velocemente possibile per arrivare sulla vetta prima della nebbia
Ma come si può notare dalle prossime foto...
Ma come si può notare dalle prossime foto...
...per una manciata di minuti sono arrivato in ritardo. Pazienza...
...per una manciata di minuti sono arrivato in ritardo. Pazienza...
Ritornato da Chiara iniziamo la discesa verso Valdinferno seguendo il sentiero del vallone
Ritornato da Chiara iniziamo la discesa verso Valdinferno seguendo il sentiero del vallone
Alle Case Mulattieri chiudiamo l'anello. La comoda stradina in cemento ci riporterà in breve alla macchina
Alle Case Mulattieri chiudiamo l'anello. La comoda stradina in cemento ci riporterà in breve alla macchina
Una bella foto di Valdinferno. Si narra che il nome gli sia stato attribuito da Napoleone il quale, avendo dovuto attraversare la valle in direzione della Francia in pieno inverno, l'abbia nominata Valle di Inferno a causa delle molte difficoltà dovute alle abbondanti nevicate
Una bella foto di Valdinferno. Si narra che il nome gli sia stato attribuito da Napoleone il quale, avendo dovuto attraversare la valle in direzione della Francia in pieno inverno, l'abbia nominata Valle di Inferno a causa delle molte difficoltà dovute alle abbondanti nevicate
Il tracciato dell'escursione rilevato con il gps. All’andata abbiamo seguito l’itinerario che sale alla Colla Bassa passando per il Rifugio Savona (traccia a destra). Dalla Colla Bassa sono salito all’Antoroto lungo il sentiero segnato (traccia a destra) mentre in discesa ho fatto l’esile sentierino che percorre più o meno fedelmente lo sperone nord-est (traccia a sinistra). Dalla Colla Bassa a Valdinferno abbiamo seguito l’itinerario che scende nel vallone del Rio della Bura (traccia a sinistra)
Il tracciato dell'escursione rilevato con il gps. All’andata abbiamo seguito l’itinerario che sale alla Colla Bassa passando per il Rifugio Savona (traccia a destra). Dalla Colla Bassa sono salito all’Antoroto lungo il sentiero segnato (traccia a destra) mentre in discesa ho fatto l’esile sentierino che percorre più o meno fedelmente lo sperone nord-est (traccia a sinistra). Dalla Colla Bassa a Valdinferno abbiamo seguito l’itinerario che scende nel vallone del Rio della Bura (traccia a sinistra)
lemiegite :   home   /  data per data   /  i monti   /  gli anni '60  /   le traversate   /   lo sci